Di nuovo Pedro

Pubblicato: 10 aprile 2010 in Poesia

 

E
sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che
non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te

senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con
domande, con carezze,
quella solitudine immensa
d’amarti solo
io.

 


commenti
  1. silvia ha detto:

    Molto bella……ma penso che vivere nell\’illusione non porti che dolore…….molto meglio sapere il prima possibile come stanno davvero le cose. Buon fine settimana Py, un abbraccio!

  2. Drimer ha detto:

    L\’illusione può sembrare bella e paziente nelle fasi iniziali ma poi inizia a dissanguare "il paziente".La poesia però mi piace.Un abbraccio forte con sorriso, ciao Py.

  3. py ha detto:

    secondo me….bisognerebbe analizzare oltre le parole apparenti…secondo me..qui Pedro esprime solo la sua paura di amare più di quel che l\’altra persona possa meritare…così che, con paura, egli possa comprendere la solitudine che dà il vero amore…non so…oggi la vedo così…

  4. Drimer ha detto:

    "la sua paura di amare più di quel che l\’altra persona possa meritare…" il confine tra paura di amare e illusione è veramente sottile.Buona serata Py

  5. mariangela ha detto:

    ..paroli un po\’ tristi ma che fan parte della vitaè il rischio che si corre vivendo…e amando!!!BBuona giornata Pyun abbraccione…___marian________________________________

  6. L✿ry ha detto:

    sono troppo "piccola" per commentarlo …ma amo tutte le sue poesie….ciao Py…

  7. bisbetica ha detto:

    che strano Py questo ragionamento sull\’amore meritevole… IO NON CREDO che sia così :-)l\’amore non si merita, se così fosse, sarebbe sufficiente rispondere ai "bisogni" altrui ed il gioco sarebbe fattoper fortuna l\’amore non è fatto di questo, non nasce da questol\’amore è certo un dare e avere, come spesso ho affermato, perchè possa trovare nutrimento, ma mai un merito. Mi merito di essere amata? l\’altro non merita il mio amore? l\’altro semplicemente non mi ama o mi ama meno di quanto io ami lui…continuo a leggerci una velata pretesa in questa poesia o meglio, nella sua interpretazione, e tu sai, che la pretesa in amore è del tutto sciocca, inutile e non è amore

  8. py ha detto:

    Betta…io non so parlar d\’amore…(sembra il titolo di una canzone)so solo che credo di non conoscerlo bene….e so anche che me la racconto spesso…io ho delle pretese bis….e tu mi fai riflettere…

  9. bisbetica ha detto:

    non lo so neppure io che accidenti sia l\’amore, ma santo cielo! non quello che mi hanno fatto credere per più di quindici anni, non quello che mi "vendono" part-time, non quello che batte i piedi capricciando: l\’amore è di due che camminano, l\’amore è un altro Salinas"[…]Ma per amare dobbiamoimbarcarci su tuttii progetti che passano,senza chiedere nulla,pieni, pieni di fede,nell\’erroredi ieri, di oggi, di domani,che non può mancare."COMUNQUE a volte me la racconto anch\’io 🙂

  10. spiralisegrete ha detto:

    E\’ una delle poesie di Pedro che amo di più perchè racchiude in dieci versi lo stato d\’animo umano rispetto al rapimento d\’amore sin dai tempi della mitologia greca e quindi dalla nascita della letteratura: nella paura di parlare e guardare c\’é la reminiscenza dei miti di Eco ed Euridice, la prima solo. suono ripetuto e riflesso dell\’altro,incapace di provare alcunché di autonomo; la seconda destinata a morire se guardata, impotente a reggere lo sguardo di una passione estrema. Di qui la conclusione del poeta che sentendosi rapito da un amore senza limiti paventa la sorte di un altro mitologico innamorato: Narciso.

  11. Annadigiugno ha detto:

    Quando c\’è quel dubbio, di essere il solo ad amare, quando si ha timore di guardare attraverso gli occhi l\’anima dell\’altro, quando si accarezza con il terroredi sentire l\’altro ritrarsi…forse, forse si dovrebbe andar viao solo avere il coraggio di guardare e vedere.perchè l\’Amore vive solo quando è condiviso, solo quando di fronte a noi c\’è un nostro "pari" in passione, attenzioni, cura.E poi affidarsi, e poi lanciarsi nel vuoto…l\’ho raccontata spesso la leggenda giapponese del ponte sul vuoto…c\’è un ponte sul vuoto, dal ciglio vedi solo nuvole ed il vuoto sotto sembra risucchiare. Coloro che sentono di amare, profondamente, senza dubbi, appassionataente, sostengono una grande prova: salgono sul ponte e si buttano nel vuoto, se è vero Amore scopriranno di avere e ali, volando insieme….

  12. NewVagabond ha detto:

    E
    sto abbracciato a te
    senza chiederti nulla, per timore
    che
    non sia vero
    che tu vivi e mi ami.
    E sto abbracciato a te

    senza guardare e senza toccarti.

    Non debba mai scoprire
    con
    domande, con carezze,
    quella solitudine immensa
    d’amarti solo
    io.

    Bella poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...